domenica 17 novembre 2019

Viaggiando in Calabria - "Se vuoi conoscere l'Universo... conosci te stesso"

 Risultati immagini per Viaggiando in Calabria

...sono partito da Pescara con un pullman flixbus per Napoli dove ho preso un treno diretto a Cosenza per arrivare nella campagna di San Benedetto Ullano, in una piccola comunità che mi sono divertito a denominare come Ullandia o Ullalla, dalla grande quercia nella piana, vicino al torrente. Ho vissuto in una roulotte  alle luci ai suoni ai colori e ai profumi del bosco, soprattutto all'alba. 

Come al solito, nel viaggio mi sono fatto guidare, dal filo dell'autocostruzione in terra cruda. Infatti il giorno dopo abbiamo iniziato i lavori di recupero di un tettoia da adibire a cucina spazio comune; impasti in terra e paglia, terra sabbia e paglia. Tutta la comunità donne e bambini ha partecipato ai lavori tra canti filastrocche e giochi. San Benedetto è un paese di etnia arbereshe e conserva ancora oggi la propria cultura la lingua e il rito bizantino. 

La domenica successiva al mio arrivo, siamo andati nella chiesa di san benedetto a seguire la cerimonia liturgica di rito greco ortodosso, ricco di simboli tradizioni e suggestivo effetto scenografico. Passeggiata a piedi nella campagna di inizio giugno, profumata di pioggia fiori e grano. I ragazzi della comunità locale anche se seguono e conoscono le tradizioni seguono anche altre culture aprendosi a particolari contaminazioni tipo la capoeira e ritmi e canti brasiliani. Infatti pensavo di ascoltare tarantelle e musiche tradizionali suonati in acustico con strumenti vari invece abbiamo ascoltato spesso musiche brasiliane o anche musiche psy trance comunque si è creata subito una buona armonia e il suono il canto e la danza sono usciti spontanei all interno del gruppo di lavoro dell' autocostruzione, anche sorta di laboratorio sui principi dell empatia. Nei giorni, incontri con diverse realtà locali, home scooling e scuole libertarie. dopo circa dieci giorni sono partito alla volta di bovalino sulla costa ionica per il laboratorio a mater felicia di design emozionale. 

Mater Felicia altra piccola realtà dove si pratica vita comunitaria ed è presente una piccola home scooling. divertenti laboratori di costruzione di oggetti vari con bambini e ragazzi di giocattoli piccoli oggetti perline pianeti biglie bassorilievi tavolette in terra cruda, abbiamo realizzato anche un forno di cottura con l’antica tecnica etrusca del bucchero con cottura anche di alcuni oggetti realizzati con argilla. nei vari giri di scoperta e conoscenza del territorio ci siamo ritrovati all’albero della vita, a Brancaleuni Supra, dove nella falesia è scavata una grande caverna a forma di toroide o mela cosmica e altre nicchie a forma di grandi alveoli a dimensione umana. cerchio di meditazione per sentire la nostra vibrazione all interno della sfera toroidale e anche per percepìre le frequenze all interno del luogo, veramente particolare. 

Poi visita a Ferruzzano, magico paese semi abbandonato, costruito e sedimentato per millenni all interno di una sorta di gigantesca acropoli, probabilmente neolitica scavata nella falesia che segna con i suoi spuntoni di roccia i punti cardinali perfettamente allineati e quindi fa pensare a un antico osservatorio orologio solare lunare e anche stellario o planetario; nel senso che se ne percepisce la forma di grande computer di pietra che segnava passaggi di stagione anche se non se ne comprende la reale funzione. bagni sulle belle spiagge della costa in particolare capo brucano, come è stata definita la California d’italia, che gli antichi greci chiamavano come Capo Zephirion. E' stato un punto di arrivo per numerosi gruppi di coloni greci in cerca di nuova terra. come se ci fosse su questo promontorio un attrattore magnetico, verso cui tutti i popoli dell antichità si dirigevano.

Forse il magnetismo del ferro appunto che richiama pure il toponimo Ferruzzano. lasciata la bellissima vista sul mare tra la lussureggiante vegetazione mediterranea di Felicia Superiore sono approdato a Condojanni piccolo borgo del comune di Sant’ilario sullo Ionio, sulle prime pendici dell'Aspromonte paese scavato nell’arenaria bianco-giallastra, con le bianche cave o colline di terra argillosa biancastra del paese di bianco sulla costa vicino al paese di Africo nuovo, che abbiamo pure visitato, per via della sua recente storia di ricostruzione, dopo l abbandono del luogo originario negli anni 50. 

Lungo la costa interessanti spunti dell architettura dei luoghi in un coacervo di stili, unico soprattutto quello definito il "non finito calabro" che per via dei materiali scadenti di costruzione, l’abbandono la salsedine e il tempo si sta trasformando nello "sgretolato calabro" centinaia di chilometri di case e sopraelevazioni di case mai finite, spesso già abbandonate, difficile prevederne un recupero, se non un ulteriore abbandono. invertendo la rotta potremmo analizzarla come una enorme opera di architettura spontanea popolare, attuata dagli anni 70 in poi, per definirne stili materiali e modalità costruttive. difficile a livello antropologico definire le motivazioni che hanno spinto le popolazioni locali a investire tutte le loro risorse su case e costruzioni che non sarebbero mai servite a nessuno e soprattutto mai abitate, perché se si volesse pensare di abitare tutte le case abbandonate, tra paesi antichi, quelle nuove costruite non finite e quelle dei paesi marini lungo le coste, la popolazione della calabria dovrebbe essere almeno triplicata se non di più.

In questo stile architettonico, non finito calabro, cemento che si consuma e si sgretola, la vegetazione spontanea spesso riprende il suo spazio, accentuando l’abbandono. se si guardano poi le forme si vedono le piccole case basse della tradizione costruttiva locale delle marine, costruite con materiali locali, a volte anche in terra cruda, basse appunto, quasi nascoste nella vegetazione dunale, proprio per non contrastare la forza degli agenti atmosferici, vento salsedine calore. invece se si guarda ai palazzoni alti e stupidi che si ergono contro le forze naturali della natura del luogo in modo sciocco e improvvisato senza rispettare i dettami della tradizione costruttiva locale, forme veramente stolte e incomprensibili senza avere la minima attenzione alla climatizzazione passiva come le case di un tempo. altra tappa della nostra visita al giardino delle mille meraviglie di orlando sculli che si rivela una persona incredibilmente disponibile. un ricercatore appassionato di biodiversità. 

Orlando Sculli, il professore, è nato a Ferruzzano, poco distante da Bianco, abita a Brancaleone, ha un vigneto che è scrigno, giardino segreto della viticoltura e della storia della Locride. In meno di un ettaro ha trapiantato quasi trecento varietà di vite raccolte e recuperate in loco. alla fine ci ha tenuto pure un corso di rabdomanzia, ci ha insegnato a cercare l’acqua nel sottosuolo con l’uso di una bacchetta di legno. a Condojanni durante i giorni del solstizio, osservati dall'altura del castello che ho denominato timpa janca, dal colore biancastro della terra sabbiosa argillosa. cene e incontri con la comunità locale. sono stato ospite nella bella casa, piccola isola dell artista disegnatore e scrittore di libri animati, tupingi matangi, piena di libri quadri
dipinti disegni oggetti, bella esperienza! Con lui era nata l’idea di coprire una casupola sigillarla impacchettarla con copertura in telo di plastica e canapa; impacchettarla come un grande oggetto di design con corde funi e pesi ai giardini di Focà, vicino Caulonia dove appunto voleva realizzare una mostra. 


Risultati immagini per Viaggiando in Calabria

A Bovalino si dice che alcuni palazzoni tutti uguali lungo una via e in gran parte disabitati sono stati costruiti con il denaro del riscatto Paul Getty, interessante lo stile. visite in alcune belle case di artisti locali e aperitivo nella bellissima piazza di Caulonia superiore paese che conosco bene per esserci stato numerose volte al festival di musiche tradizionali tarantella power. Era da tempo che non ci tornavo, Caulonia mi da sempre emozioni particolari, per la sua posizione la storia le tradizioni l’architettura la luce e quanto altro come il palazzo asciutti-hieracy con la facciata ottocentesca ripropone l'intonaco colore rosato e i bizzarri motivi decorativi a stucco e in rilievo: sirene satiri saraceni. giri anche per gli altri paesi lungo la costa, procella ionica, Gioiosa Ionica e Locri Epizefiri famosa colonia greca con una grande zona archeologica, purtroppo non siamo riusciti ad andare a Gerace. 

Dopo circa una decina di giorni sono partito dalla stazione di Locri in un caldo pomeriggio afoso di fine giugno e dopo diversi cambi con i vari treni locali Catanzaro Lido, Lamezia Terme, Paola sono arrivato a Diamante all’arcipelago Sagarote dove sono rimasto alcuni giorni realizzando assieme ad altri ospiti l’affresco della stanza azzurra. In macchina con un’amica sono arrivato nella non lontana Verbicaro, dove sono rimasto una decina di giorni, nella casa restaurata degli amici Lingam e Sole. 

Ho seguito tutti i preparativi e le devozioni nella vicina chiesa dedicati alla madonna delle grazie. bellissimi i canti votivi delle donne che percepivano il raggio di luce, alcune piangenti di commozione, alla fine dei canti di devozione. paese situato sulle pendici del pollino sul versante tirrenico. dopo un po di giorni sono approdato in treno e in autobus a pescara dove recuperata la mia auto sono partito di nuovo diretto al "giardino della gioia" sul Gargano, a Torre Mileto per un restauro, di una casa di paglia, costruita qualche anno fa, laboratorio interessante con la simpatica e gioviale comunità locale, soprattutto sulla spiaggia che definisco come una delle più belle del Mediterraneo con la vista delle Tremiti e di gran parte del Gargano dal monte Delio, reminiscenza nel nome di un antico sito probabilmente dedicato in origine al culto solare, oggi Santa Maria di Monte Devia, bel laboratorio e divertente: terra cruda e poesia danze balli canti e suoni con aria floria, qi gong, trasformazione e riconnessione, energy flowing, kalary payattu, meditazione dinamica di osho estatic dance. 

Le riflessioni e gli esercizi di scoperta interiore e fiducia nelle relazioni con alberto e silvia di terra d’altrove e tantissimi musicisti filosofi danzatori artisti esoterismi bioenergetici sulla spiaggia dove si percepisce il senso del mito millenario di questi luoghi magici ricchi di biodiversità luce esteriore luce interiore. l’estate si è conclusa al giardino di "pukalpa", cosmo centrale vicino Copertino per un laboratorio di costruzione in superadobe, incontri con vari gruppi locali e giri nei paraggi tra cui lecce a bordo dell'ape car, a settembre festa della terra a Casalincontrada con belle foto nel borgo di Malandra Vecchia.

Mi basta osservare il cerchio del volo delle rondini della chiesa di san benedetto per lasciare andare parte delle mie illusioni vita, morte, vita, è un giorno nuovo... ciabatte di terra paglia, freschezza, radici, impasto di pasta madre, un’altro di terra e paglia, acqua che non si ferma ascolto... il rumore del fiume non invade, armonizza scandisce il quotidiano . 

Mi fermo, osservo, il verde attorno, la grande quercia avanza e mi abbraccia. sono qui tra questi antichi paesaggi, colline e campi, e mi stendo, le foglie tra le mani, divento tappeto verde, cerchi di parola, attimi bizzarri, bimbi che urlano esprimendosi, sorelle, fratelli, lucciole farfalle, rose e fiori, individualità, tenersi per mano, sentire e crescere, lasciar andare, arrendersi all’amore. sentire dentato il divino, sopra al cielo aldilà delle nuvole viola. lentamente camminiamo per no disturbar i piccoli esseri che vivono in armonia in questo magico luogo. sole gi per ferdinando, presi da un lento vortice emozionale.

Come dicevo ho denominato questo quaderno "viaggio in Calabria" come focu, focu meu perché soprattutto nella Calabria Ionica come intercalare di sorpresa sia in senso positivo sia negativo le persone esclamano: focu, focu meu, con chi mi sono imbattuto cu chi mimbattiu nel senso che fuoco mio può essere il fuoco dell energia vitale, quello della passione amorosa e la sessualità, la reminiscenza di un antico culto del sole, il sole che sorge ad est al solstizio d'estate.

A proposito ho notato che molti monumenti chiese paesi e quanto altro sono spesso esposti verso il punto in cui sorge il sole durante i giorni del solstizio e quindi questo è quanto focu meu libro narrazione testimonianza documento analisi racconto parole che sembra inventato, lettura di segni che decifrati e disposti in un discorso coerente tracciano un disegno più vasto con tenacia responsabilità e sfibrante esercizio di pazienza.

Mangia finocchio e bevi del suo succo che giova molto e rallegra il cuore.

Ho dormito 10 giorni nella roulotte a San Benedetto Ullano, 15 giorni in tenda a Bovalino e un giorno sul divano nel fabbricato a Felicia Superiore, 8 giorni a Condojanni,  un giorno sul soppalco e 7 sul letto, 2 notti a Sagarote sul letto e 10 giorni a Verbicaro casupola ai "giardini di focà" vicino Caulonia Terra d’altrove "giardino della gioia" 13 luglio.

Terra sulla terra: la relazione, lavoriamo sul concetto di fiducia. 

SPAZIO E TEMPO dedicati al gioco e al teatro. Silenzio cicale di sottofondo, in lontananza voci dalla spiaggia estiva. un punto dello spazio da cui ci si sente attratti dove possiamo muoverci e quando lo troviamo immaginiamo di dirigerci verso quel punto. quando è chiaro ci mettiamo nella posizione che abbiamo immaginato poi ci lasciamo trasportare in un nuovo posto e una nuova posizione senza automatismo lentamente con il ritmo che sentiamo abbiamo bisogno e immaginiamo quale emozione e quale visione ci ispira, come ci sentiamo? 

Cerchiamo la piena soddisfazione di tutto il corpo, continuiamo questa trasformazione esploriamo il nostro corpo e tutto quel che ci circonda, troviamo una posizione in cui vogliamo fermarci verso quale orizzonte cerchiamo di essere nei nostri piedi, rumore dei nostri passi sul pavimento di legno, peso del nostro corpo: un profondo disegno di noi stessi adesso, cominciando con l’immaginazione quando abbiamo quell’immagine muoviamoci in quella direzione. trasformiamo il nostro corpo per raggiungere quell’immagine (tamburo)...

Nel circo, vita dei fiori luce forte, restiamo un momento in questa posizione e siamo pronti a guardare il mondo con un nuovo contatto e questo è il momento giusto. suoniamo il nostro corpo. mosaici nella cucina dell arcipelago Sagarote a Diamante una bella sensazione, se non riusciamo tra un momento passiamo oltre. CICALE TANTE CICALE (FRAGILE) (ARMONIA) la statua di una situazione (sono allungato su un cuscino. il mio paesaggio cellulare è tranquillo anche se ho il timore del dolore che mi può prendere). Abbracci  che sciolgono tensioni ed emozioni. giochi sul tema della relazione. ricordiamo sensazioni ed emozioni, nel silenzio interiore apriamo le braccia e tiriamo fuori le parole o una frase. [MAI SEMPRE, QUALCHE VOLTA RARAMENTE, DI SOLITO SPESSO, ADESSO ORA, UN PO PIU' TARDI] senza riuscire a capire dove finiamo e dove iniziamo. 

Tutti noi creiamo un mondo, condizione di responsabilità interiore, sensazione di alta intelligenza che contiene lo spirito senza pregiudizi e preconcetti. Stiamo lavorando su una parola molto potente: FIDUCIA lasciamo che le cose accadano in noi, lanciamo una pietra e l’acqua si muove, la pietra è fiducia, cosa si muove in noi? abbandoniamoci al suolo leggero, esenzione il cerchio. Universo unica direzione, unica via limite e fiducia. Lavoriamo sulla vertigine e sul respiro possibile che ci possiamo sentire un po confusi. ascoltiamoci e rispettiamo il nostro limite.superiamo il limite. qualcosa che stiamo tentando di vivere che siamo come stiamo quale possiamo essere, il primo passo per celebrare la nostra umanità. THIS IS THE TIME. questo è il momento, circo del "giardino della gioia" 15 luglio. 

Cadiamo dentro noi stessi un viaggio in una dimensione interiore, tu che stai viaggiando cerca la tua umanità lascia che sorga in te, immaginazione sensazione ricordo. [lasciamo che sorgano in noi, siamo canali per ciò che significa essere veramente un essere nuovo]  [WHOO-HOO!] ORGASMO COSMICO. i giovani hanno il cuore lontano per questo parlano forte. attacco d’amore la bellezza concentrata astrologia evolutiva psichica ci si muove nel mondo con determinate qualità forgiatura magnetica che crea la personalità.

Ferdinando Renzetti

Risultati immagini per ferdinando renzetti

SE VUOI CONOSCERE L’UNIVERSO STUDIA L’UOMO E ASCOLTA TE STESSO
CIUCCUREI ENERGIA DELL’UNIVERSO. 

1 commento:

  1. che splendido affresco di un Paese incantato..ma è la Terra Promessa ?

    RispondiElimina